Notizie
Il MCL dona alla città un albero di ulivo "Per lo sviluppo solidale, contro le mafie"
Scritto da Segreteria    Lunedì 22 Maggio 2017 17:37    PDF Stampa E-mail

2017-05-22_12.22.04È questo il simbolo che il Movimento Cristiano Lavoratori di Messina ha donato alla città, piantando in XXIV Maggio (Rampa Rosa Donato) un albero di ulivo e riqualificando due aiuole abbandonate per ribadire il proprio no ad ogni forma di mafia.
Presenti i dirigenti di MCL Messina, alcuni alunni delle scuole vicine alla scalinata, ed in particolar modo gli studenti dell'Istituto S.Anna accompagnati dalle insegnati e dalla direttrice, Suor Anna Antonietta, e dell' I.C. Boer-Venora Trento accompagnati dal Dirigente Scolastico Prof. Antonio Sabato. Presenti anche Don Sergio Siracusano, Direttore dell'Ufficio Diocesano per i problemi sociali e il lavoro che ha benedetto l'albero, Dino Calderone, segretario della Consulta diocesana delle aggregazioni laicali e il Presidente e il Vice della IV Circoscrizione Francesco Palano Quero e Pietro Caliri in rappresentanza di tutto il Consiglio che ha abbracciato l'iniziativa proposta da MCL.
“Non potevamo non pensare ad un albero di ulivo quale segno di pace - dichiara Fortunato Romano, Presidente Provinciale MCL – che ciascuno di noi deve coltivare e alimentare. Per la nostra organizzazione lotta alle Mafie significa anche contrasto all’illegalità diffusa ad ogni forma di corruzione e soprattutto contrasto delle povertà perché è proprio della fragilità economica e sociale che le mafie si nutrono”.

“Per lo Sviluppo Solidale, contro le Mafie” continuerà oggi alle ore 19:00 presso la sede del MCL in via Romagnosi 2 per elaborare e diffondere un’autentica cultura dei valori civili, imparare a rispettare e diffondere i diritti dell’altro.
Saranno presenti all’incontro Antonio Saitta, prorettore alla Legalità, trasparenza e ai processi amministrativi dell’Università degli Studi di Messina ed Enrico Pistorino, segretario generale di Addiopizzo Messina.
La strage di Capaci, il 23 maggio 1992, ha cambiato il volto della nostra Sicilia ed ha permesso di mettere in luce che le condizioni quali dignità, libertà, solidarietà, sicurezza, che abbiamo conquistato in questi anni non possono considerarsi come acquisite per sempre, ma vanno perseguite, volute e protette.

 
Il MCL ha reso omaggio a Roma alle vittime dell'eccidio delle Fosse Ardeatine
Scritto da Segreteria    Venerdì 24 Marzo 2017 11:50    PDF Stampa E-mail

2017-03-24_11.49.24Una qualificata delegazione del MCL - Movimento Cristiano Lavoratori - composta dall’on. Decio Terrana, Consigliere Generale, dall’On. Fortunato Romano, Presidente Regionale della Sicilia, dal Segretario Regionale Giorgio D’Antoni e dal dr. Ubaldo Augugliaro, presidente provinciale di Trapani, ha reso omaggio a Roma, nel Mausoleo delle Fosse Ardeatine dove ha sede il Sacrario delle vittime, nella ricorrenza del 73° anniversario dell’eccidio di 335 incolpevoli cittadini italiani trucidati dal Comando Tedesco, agli ordini di Kappler, per rappresaglia all’attentato di via Rasella del 23 marzo 1944, un'azione della Resistenza romana condotta dai Gruppi di Azione Patriottica (GAP), unità partigiane del Partito Comunista Italiano, contro un reparto delle forze d'occupazione tedesche, l'11ª Compagnia del III Battaglione del Polizeiregiment "Bozen", composto da giovani reclute altoatesine, che con lancio di bombe causò la morte di trentatré di loro e di due civili italiani, il più sanguinoso attentato urbano antitedesco della Resistenza in Europa.

In particolare, grazie all’ausilio del Presidente dell’ANPS - Associazione Nazionale della Polizia di Stato - di Trapani Nicolò Villabuona, alla delegazione MCL è stato possibile rendere omaggio presso l’avello che ne ospita i resti mortali, con una preghiera e dei fiori, al trapanese vicebrigadiere della Polizia Pietro Ermelindo Lungaro, un eroe e martire della Resistenza, decorato con la Medaglia d’Argento al Valor Militare, alla memoria, il quale segregato e torturato lungamente da carnefici spietati, seppe mantenere stoicamente il segreto sui nomi e sui nascondigli dei patrioti con cui era in contatto. “Barbaramente trucidato, immolava la sua giovinezza per le maggiori glorie della Patria e della Libertà….”.

 
"L'attualità di Giorgio La Pira"
Scritto da Segreteria    Mercoledì 15 Febbraio 2017 12:50    PDF Stampa E-mail

Digitalizzato_20170215_5Si terrà lunedì 20 febbraio alle ore 17:00 presso la Chiesa Ex Monastero (Paternò - CT), il convegno "L'attualità di Giorgio La Pira. Uomo politico e cristiano. La vita, l'esperienza politica e il pensiero di Giorgio La Pira nella realtà di oggi alla luce del Vangelo e degli indegnamenti cristiani". 
Dopo i saluti di P. Salvatore Patanè, Prevosto Parroco Chiesa Santa Maria dell'Alto Paternò, Fortunato Romano, Presidente Regionale MCL,e Concetta Centamore, Dirigente scolastico I.T.E. "G.Russo" Paternò, il convegno sarà condotto da Giuseppe Oliveri, MCL SIAS Paternò. 
Relatori: P. Llewellyn Muscat, Segretario postulazione O.P. San Domenico e Nino Giordano, studioso di Giorgio La Pira.
Partecipano: Giovanni Ardizzone, Presidente Assemblea Regionale Siciliana, Mons. Salvatore Genchi, Vicario Generale Arcidiocesi di Catania.

 

 
Un Mare Di Solidarietà
Scritto da Segreteria    Giovedì 09 Febbraio 2017 18:34    PDF Stampa E-mail

_31052016141544Nel mese di gennaio, nella sede in via Romagnosi 2, ha preso il via il progetto “Un mare di solidarietà” indetto dal Servizio Civile Nazionale, con lo scopo di migliorare la permanenza degli stranieri attraverso l’assistenza nel settore legale, sanitario, previdenziale, formativo.
L’obiettivo che si prefigge è offrire servizi rivolti agli immigrati coinvolgendo forze istituzionali, volontaristiche e associative impegnate nel settore.
Le volontarie Rita, Cristina, Fabiana e Cristina realizzeranno dei percorsi di assistenza e di socializzazione lasciando emergere i bisogni dei migranti per farli sentire parte attiva della comunità d’adozione, migliorando l’inserimento lavorativo o facilitando le possibili segnalazioni da essi riscontrate.

 


Pagina 1 di 22

MCL sostiene l'iniziativa "Dal seme al cibo"

bannersemecibo

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte del sito MCL. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information